U15, torna a sorridere la RPM 2005. Nulla da fare per Bianca e azzurra

U15, torna a sorridere la RPM 2005. Nulla da fare per Bianca e azzurra

Dopo la sconfitta prima della pausa natalizia, la RPM 2005 riprende il campionato con una vittoria, battendo i Viganello Caimans per 127-21. Nulla da fare invece per l’Azzurra e la 2006, battute dalle formazioni White e Red della SAM rispettivamente per 118-26 e 44-77.

RPM 2005: 127
Viganello Caimans: 21

Ottima prova per i ragazzi di coach Albertoli e coach Bassetti, che portano a casa l’ennesima vittoria mantenendo il loro posto negli alti ranghi della classifica.

Il punteggio parla da solo: troppa è la differenza tecnico-atletica tra i momò e la squadra di casa. Viganello si presenta con giocatori pari età dei nostri ragazzi, ma nonostante ciò non sono mai riusciti ad organizzare una resistenza difensiva che riuscisse a rallentare il gioco in contropiede. Anche a difesa schierata, infatti, la RPM si è sempre trovata libera sotto canestro, dovendo poi solo “buttare dentro il pallone” per accumulare punti su punti e vincere l’incontro per 127-21.

Anche in difesa i 2005 hanno dimostrato superiorità, tenendo facilmente i padroni di casa e non lasciandogli mai segnare più di 9 punti a quarto.

La partita è stata una sorta di test per provare i nuovi giochi in attacco allenati in settimana, che ancora i nostri ragazzi faticano a rendere automatici. Anche contro i Caimans si sono visti, purtroppo, solo sporadicamente.

Nota positiva è stato il tabellino: tutti e 11 i ragazzi sono infatti andati a referto, permettendo così ai due allenatori di girare tutti i giocatori mantenendo sempre alta la qualità di gioco. 

Hanno giocato: Parravicini 5, Solcà 8, Bonfiglio 14, Carrozza 22, Bontempi 6, Canese 12, Vittoria 10, Betta 6, Pellegrini 10, Sabbatini 26, Cereghetti 8.

RPM 2006: 44
SAM Red: 77

Bella partita quella vista venerdì sera alle palestre dell’OSC di Mendrisio. Ospiti dei 2006 la capolista ed imbattuta formazione Red della SAM, che si presenta in terra momò con un attacco da 110 punti a partita.

Il risultato finale non è mai stato messo in discussione, ma il folto pubblico presente in palestra non si è di certo annoiato al cospetto di una RPM mai doma.

Dopo l’effimero vantaggio di 1-0 – unica volta in cui i nostri ragazzi sono stati avanti – la SAM ha cercato subito l’allungo decisivo, senza però riuscirci in maniera perentoria. I nostri ragazzi sono stati bravissimi a ribattere colpo su colpo, sfruttando anche la buona vena ai tiri liberi, che finalmente hanno iniziato ad entrare. Per i primi 5 minuti di gioco, infatti, il risultato è sempre stato parzialmente in equilibrio, con gli ospiti a condurre solo di qualche punto.

Il primo quarto si conclude con i massagnesi avanti di 14 lunghezze, ma i nostri ragazzi sono più combattivi che mai.

Il secondo quarto si gioca sulla falsa riga del primo, ma la cosa che ha stupito tutti è stata la grinta e l’organizzazione difensiva mostrata dalla squadra. Se in attacco si è faticato un po’, i pochi punti lasciati agli avversari sono la nota positiva della serata. Alla pausa lunga il tabellone dice 20-39 in favore della SAM.

Il terzo quarto inizia con un quintetto inedito dalla parte del Raggruppamento: coach Bernasconi decide di inserire contemporaneamente tutti i suoi lunghi, con il chiaro intento di chiudere gli spazi sotto canestro. E i risultati sono più che interessanti, perché Matthias, Erjon e Eydam hanno bloccato l’area con aiuti costanti, e Massagno si è ritrovato impreparato a questa soluzione. Il parziale del quarto segna perfetta parità.

Negli ultimi 10 minuti tutti i ragazzi hanno potuto mettersi in mostra, con belle giocate sia offensive che difensive, con un avversario che ha fatto il proprio dovere fino alla fine. L’incontro termina con la vittoria della SAM Red per 44-77, ma la soddisfazione resta tanta.

Diverse sono state le note positive. Sul fronte difensivo, i nostri ragazzi non hanno permesso ai loro avversari di superare quota 80 punti. Sul fronte offensivo, c’è stata un’ottima ripartizione dei canestri, visto che quasi tutti sono andati a referto.

Prossimi avversari dei 2006 i fratelli dell’Azzurra, venerdì sera alle scuole Canavée di Mendrisio.

Hanno giocato: Barbero 6, Cavadini 3, Fara 2, Scherler 2, Macchi 4, Pellegri 4, Costantini 4, Mayer 6, Rossi, De La Cruz 10, Zenelaj 3, Mete.

SAM White: 118
RPM Azzurra: 26

Sconfitta anche per la formazione Azzurra di coach Malinverno, sconfitta per 118-26.

Nonostante il punteggio abbondantemente in favore degli avversari, i nostri ragazzi hanno approcciato la partita abbastanza bene fin da subito.

L’intensità era quella giusta, ma troppi sono stati gli errori soprattutto in copertura difensiva. Il Raggruppamento ha infatti concesso troppi punti facili agli avversari, che hanno colto le molteplici occasioni per creare quel divario che si sarebbe poi rivelato incolmabile.

I nostri ragazzi hanno però risposto bene, anche considerando le due settimane di pausa natalizia e un unico allenamento fatto proprio il giorno prima dell’incontro.

Gli allenatori avevano chiesto di approcciare la gara con una certa intensità, e quando si è vista le cose si sono fatte interessanti. Ovviamente il lavoro da fare nelle prossime settimane sarà cercare di mantenere questo atteggiamento per tutti i 40 minuti, ed evitare soprattutto errori che diano canestri troppo facili agli avversari già più forti. Quindi non resta che rimboccarsi le maniche e prepararsi per il derbyssimo di venerdì contro la formazione 2006 del Raggruppamento.

Hanno giocato: Grandi, Giussani, Bianchi, Brunelli 3, D’Anna 4, Mauric, Parravicini, Najafi 3, Villa 14, Venti 2, Faidi.

Condividi su Facebook !

Attachment

Leave a Comment

(required)

(required)