Ottime sensazioni alla Summer League U17

Ottime sensazioni alla Summer League U17

Sotto la guida del Responsabile Tecnico del Raggruppamento Cristiano Iannitti è iniziata la quarta stagione RPM con la Summer League dedicata agli Under 17.

Un incontro che ha permesso allo staff tecnico di conoscere e valutare i ragazzi per formare le squadre che, nella U17, difenderanno i colori biancoazzurro nel campionato cantonale e, novità, in quello nazionale.

Al termine della Summer League c’è particolare soddisfazione per quanto visto. “Le impressioni sul gruppo sono state sicuramente molto positive – ci dice coach Iannitti – mi è piaciuto particolarmente l’atteggiamento dei ragazzi in questi primi due allenamenti che ho visto molto concentrati svolgendo i compiti con grande intensità ed attenzione“.

Il lungo e forzato stop ha sicuramente iniettato nei nostri U17, ed in tutto lo staff, quello stimolo importante per ricominciare e al Palapenz si sono vissute ottime sensazioni in questo senso. “Si, i ragazzi erano superconcentrati – continua Iannitti – e questo non può che essere che di ottimo auspicio per la stagione“.

Come annunciato la Pallacanestro Mendrisiotto si presenterà ai nastri di partenza con due formazioni nella categoria U17: una squadra iscritta al campionato cantonale e una squadra che prenderà parte al campionato nazionale.
Un importante passo della Società per offrire ai ragazzi nuovi stimoli ma soprattutto un percorso di crescita di sicuro valore sia sul piano sportivo che su quello dell’esperienza umana.

Coach Iannitti come vede i gruppi in proiezione campionati? “Questo sarà tutto da valutare. – risponde Cristiano – Il campionato nazionale è un campionato difficile e ti ci devi adattare. Prevede lunghe trasferte incontrando squadre molto attrezzate sia fisicamente che tecnicamente. Ci vorrà il giusto approccio ma se partiremo con l’atteggiamento dimostrato in questi allenamenti, mettendo in campo la grinta necessaria, potremmo piano piano misurarci con tutti e fare bene. E attenzione – sottolinea Ianniti – per me fare bene non è vincere per forza ma è far crescere il gruppo in prospettiva futura preparando i ragazzi nella maniera migliore possibile”.

E il campionato cantonale? “Stesso discorso, sarà una squadra che dovrà impegnarsi per migliorare e crescere con il lavoro in palestra. Le due squadre (nazionale e cantonale, ndr) rimarranno sempre in sinergia e con le verifiche a livello di regolamento Swissbasketball che stiamo portando avanti, potremmo gestire anche eventuali passaggi fra i gruppi“.

Soddisfatto quindi Cristiano? “Si, lo sono. Abbiamo due gruppi solidi e al momento anche numericamente ben bilanciati per poter fare bene in palestra e di conseguenza anche in partita“.

 

Condividi su Facebook !

Attachment